italiano Español Inglese

OdontoSearch 3.2


OdontoSearch 3.2 Beta

Interpretazioni soggettive e oggettive

e informazioni contenute nelle cartelle cliniche odontoiatriche, rispetto alle radiografie dei denti, non sempre si possono correlare in modo esclusivo con uno specifico individuo. In passato, la comparazione e la corrispondenza dei dati dentali, tra un soggetto non identificato e un soggetto scomparso, si basava prevalentemente sulla esperienza clinica dell’odontoiatra. Questa interpretazione resta soggettiva al punto che diversi dentisti possono arrivare a conclusioni molto diverse, anche se stanno osservando le cartelle cliniche dello stesso soggetto.   soggettiva   al punto che diversi dentisti possono arrivare a conclusioni molto diverse, anche se stanno osservando le cartelle cliniche dello stesso soggetto.

Il programma OdontoSearch 3.2 fornisce un mezzo   obiettivo   per valutare la frequenza di un trattamento odontoiatrico nella pololazione. Infatti i risultati di OdontoSearch 3.2 forniscono valori statistici e un sistema obiettivo di quantificazione della frequenza con cui una formula dentaria é rappresentata nella popolazione generale. Il programma confronta la formula dentaria di un individuo, ovvero denti mancanti, otturati, non curati, con un ampio campione rappresentativo della popolazione degli Stati Uniti.   Attualmente il database OdontoSearch 3.2 contiene informazioni dentali di 107,002 adulti.    La metodologia e la logica alla base del programma OdontoSearch 3.2 é molto simile alle procedure statistiche stabilite per le comparazioni del DNA mitocondriale

Considerazioni importanti con OdontoSearch 3.2

Due punti importanti devono essere noti sul programma OdontoSearch 3.2:

1) Il programma OdontoSearch 3.2 non é un mezzo per individuare una specifica persona da un database di individui scomparsi. Ci sono programmi dedicati (come UDIM o WinID) che sono impiegati per individuare la corrispondenza dei dati ante mortem e post mortem. In realtà, il database OdontoSearch 3.2 contiene informazioni di soggetti che volontariamente hanno partecipato ad una ricerca sulla salute orale. L'obiettivo della banca dati OdontoSearch 3.2 é solo quello di fornire un campione rappresentativo della popolazione adulta degli Stati Uniti al di sopra dei 14 anni, relativamente alla distribuzione dei trattamenti odontoiatrici.

2) Per ottenere dei risultati significativi con Odontoserach 3.2, é necessario individuare una possibile associazione dentale tra uno specifico individuo e un gruppo non identificato di resti umani. In altre parole, la determinazione che un gruppo non identificato di resti umani rappresenti un modello dentale estremamente raro é inutile, se prima non viene individuata una qualche correlazione con l’individuo scomparso. OdontoSearch 3.2 fornisce semplicemente un valore statistico che quantifica la forza individualizzante della formula dentaria osservata in un individuo non identificato. Ad esempio, OdontoSearch 3,0 potrebbe dimostrare che una formula dentaria é molto rara (magari persino mai riscontrata in tutto il database) fornendo cosí l’ipotesi che l'individuo non identificato e l'individuo scomparso siano, con elevata probabilità, la stessa persona.

Interpretazione dei risultati OdontoSearch 3.2

Con il programma OdontoSearch 3.2, é possibile individuare formule dentarie insolite e la frequenza con cui esse possono essere distribuite statisticamente nella popolazione. In molti casi questi valori possono essere diversi dalle aspettative, perché la presenza di alcune otturazioni molto comuni potrebbe di contro sviluppare un modello distributivo molto raro, essendo tutti i denti considerati nel loro insieme. I risultati ottenuti con OdontoSearch 3.2 possono essere utilizzati insieme ad altre informazioni analitiche (ad esempio, l'analisi scheletriche, gli effetti personali, l’area geografica, ecc) in modo da raccogliere sufficienti elementi per giungere all’identificazione di uno specifico individuo. I risultati ottenuti con OdontoSearch 3.2 forniscono valori statistici oggettivi ed eliminano la componente soggettività intrinseca alla semplice comparazione clinica dei dati dentali ante mortem e post mortem.

Questo programma permette di inserire da 1 a 28 denti (con l’esclusione dei terzi molari), consentendo cosí il suo utilizzo anche in quei casi in cui non sono presenti informazioni dentali di alcuni denti ovvero gli stessi sono andati persi post mortem .

Riferimenti bibliografici OdontoSerarch

Per ulteriori informazioni su OdontoSearch, si consiglia la lettura dei seguenti articoli della rivista Journal of Forensic Sciences:

Adams, B.J., 2003, Establishing Personal Identification Based on Specific Patterns of Missing, Filled, and Unrestored TeethJournal of Forensic Sciences, 48(3):487-496.

Adams, B.J.. 2003, The Diversity of Adult Dental Patterns in the United States and the Implications for Personal IdentificationJournal of Forensic Sciences, 48(3):497-503.

Esclusione di Responsabilità OdontoSearch


OdontoSearch é a disposizione del pubblico per ricerche, curiosità, o indagini forensi. Gli autori di questo programma non si assumono responsabilità per le inferenze statistiche tratte dagli utenti del programma. Tutti sono esortati a comprendere i punti di forza e i limiti del programma prima del suo utilizzo.


Derechos de autor 2018 Kenneth W. Aschheim, DDS y Bradley J. Adams, PhD, D-ABFA. Todos los derechos reservados.